Chi Siamo

Alessandro Magno, nel terzo secolo a.C diede ordine ai suoi soldati di radersi per non dare appiglio ai nemici che avrebbero potuto attaccarsi alle lunghe barbe.
Nell’anno 454 dalla fondazione di Roma si ha testimonianza che alcuni barbieri venuti a Roma dalla Sicilia a seguito di Publio Titino Mena si fermarono ad Ardea nelle vicinanze di Roma, come testimonia nel suo libro Arrone, e una lapide riporta l’evento ed è ancora visibile nel paese sopra citato.
Nell’anno 1243 nasce l’arciconfraternita dei barbieri e come tale doveva configurarsi in una istituzione religiosa, e anche i barbieri trovarono nei SS Cosma e Damiano i loro protettori.
Considerando che in quell’epoca i barbieri erano infermieri e chirurghi i famosi "Cerusici" la scelta dei SS patroni Cosma e Damiano motivata che costoro erano medici essi-stessi, ma, con una bolla papale, si vietò agli ecclesiastici di esercitare la chirurgia "Ecclesiam Haboreta Sanguine".
Nel 1913 i sodalizio vendette la proprietà e con il ricavato costruirono la nuova sede in fondo a Via Cavour angolo dei Fori Imperiali. Dopo pochi anni si dovette trasferire, e la nuova prestigiosa sede viene costruita nel centro di Roma in Via Fratina 35 prendendo definitivamente la denominazione di "Collegio Dei Parrucchieri Di Roma-Società di mutuo soccorso".
Il suo altissimo prestigio è derivato dal compito che si è assunto attraverso i secoli assistendo la categoria in campo professionale e mutualistico.
Attraverso il museo si vuole rendere testimonianza affinché la storia e la cultura di una professione non vada dispersa.